top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreNico Basket Femminile

DOMINIO ROSANERO AL PALATAGLIATE : LA BUTERA CLINIC NICO BASKET VOLA IN FINALE



GREEN LE MURA SPRING LUCCA – BUTERA CLINIC NICO BASKET  43-62

 

GREEN LUCCA = Barberio, Cerri 2, Caredio 2, Tessaro*10, Pellegrini 2, Morettini, Rapè*5, Masini 4, Michelotti*11, Peri 1, Cherkaska*3, Fedorenko*3.  All.Biagi

 

BUTERA CLINIC = Nerini*3, Tongiorgi, Salvestrini*9, Pini*20, Montiani*16, Modini, De Luca 2, Bargiacchi, Giglio Tos*10, Parodi 2.   All.Rastelli

 

NOTE: parziali (18-23) (19-33) (33-52) (43-62)

 

 

È finale!! Dopo una gara due nettamente a senso unico, la Butera Clinic Nico Basket può festeggiare l’accesso alla Finale PlayOff regionale contro la fortissima Jolly Acli Livorno. Possiamo dire che la partita di ieri sera, è stato uno dei più classici dei “…i conti si fanno alla fine”, perché dopo la gara d’andata e il -18 di metà terzo quarto nel match di ritorno, si pensava a un epilogo ben diverso. Nel cuore e nella testa delle nostre ragazze è stato fatto tesoro degli errori commessi in campionato contro le lucchesi; da qui è scattata quella molla che si è rivelata decisiva per questo bellissimo risultato. Passiamo alla partita. Le rosanero partono subito forte con un break di 0-4 firmato dalle solite Giglio Tos e Pini, con le padrone di casa che rispondono quasi immediatamente. Nelle prime battute, le due squadre si affrontano a viso aperto, rispondendo colpo su colpo; Lucca trova il primo vantaggio – e unico di tutta la partita – con una bomba di pregevole fattura, partita dalle mani di Tessaro. La Butera Clinic Nico Basket non si fa pregare e, sul ribaltamento di lato, rimette il naso avanti grazie al canestro dalla distanza di Salvestrini. Il ritmo della contesa è tutto sommato elevato, con gli attacchi che riescono ad avere spesso la meglio sulle rispettive difese; infatti, al suono della prima sirena, il punteggio non è dei più bassi (18-23). Adesso, con l’inizio del secondo periodo, ci troviamo davanti al primo momento chiave della partita. La musica cambia in maniera repentina, con le due formazioni che faticano terribilmente a trovare la via del canestro. Nonostante i numerosissimi rimbalzi offensivi concessi alle nostre avversarie, le lucchesi non riescono a trasformare la mole di occasioni create; anche se, in attacco il canestro piange miseria, le nostre ragazze riescono a scavare un vantaggio importante: sarà uno stranissimo 1-10 il parziale del secondo periodo, con le nostre avversarie che non segnano mai dal campo. Nonostante la partita sia su binari tutto sommato favorevoli a Nerini & Co., coach Leonardo Rastelli vuole sistemare alcune cose; il tecnico rosanero – nell’intervallo – invita le proprie giocatrici a mettere maggiore attenzione al controllo dei rimbalzi, visto che nel quarto precedente ne sono stati concessi troppi; da registrare però, il tuffo olimpionico di Matilde Pini su una palla vagante che poi è valso un canestro nell’azione successiva. Al rientro dagli spogliatoi, le nostre ragazze hanno fatto tesoro di quanto ascoltato nella riunione di pochi minuti prima. Le rosanero toccano velocemente il +19(19-38), che sembra poter essere interpretato come la fine definitiva dei conti. Però, le lucchesi sono un autentico osso duro e, con un parziale di 7-0 firmato tutto da Michelotti in meno di un minuto, riaccende le speranze di un gremitissimo PalaTagliate (26-38). Coach Rastelli chiama ovviamente timeout per cercare di riacquistare quell’attenzione che fino a pochi secondi prima aveva fatto la differenza. Gli effetti si notano subito. In pochissimi minuti la Butera Clinic Nico Basket tocca il +20(28-48) spegnendo definitivamente le speranze dei supporter lucchesi. L’ultimo periodo è puro GARBAGE TIME, con le rosanero che gestiscono senza grossi patemi un risultato mai stato in discussione per tutti i quaranta minuti. Ora ci saranno alcuni giorni di riposo per le nostre ragazze, utili per ricaricare le pile in vista di una finale emozionantissima, contro un avversario che sta dominando il palcoscenico in Toscana da almeno tre anni; quel Jolly Acli Livorno, attuale detentore della Coppa Toscana e, di conseguenza, grande favorito alla promozione in A2.

-“La cosa che mi è piaciuta di più di questa partita è che le ragazze sono sempre state concentrate – commenta Coach Rastelli – eravamo padrone del gioco, anche se avevo paura della tenuta fisica, perché le energie in questo momento non sono tantissime; è stata una partita molto fisica, con loro spalle al muro, che hanno provato in tutti i modi a restare nella serie, e le nostre ragazze sono state molto brave a reagire e chiudere subito sul 2-0”.

Prossimo appuntamento per la Butera Clinic Nico Basket sarà Gara 1 di Finale a Livorno, con data e orario ancora da definire ma, indicativamente, in programma il week end del 20 Aprile….FORZA NICO!!!

121 visualizzazioni0 commenti

Kommentare


bottom of page