top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreNico Basket Femminile

SERIE B: LA OVER NICO BASKET HA SCELTO LA SUA GUIDA: LEONARDO RASTELLI è IL NUOVO COACH


Il capodanno di ogni stagione sportiva coincide con il 1 Luglio e la Over Nico Basket non si vuole far cogliere impreparata; infatti la nostra società è lieta di dare il primo annuncio della stagione 2023/2024: LEONARDO RASTELLI sarà la guida tecnica della prima squadra che si appresterà ad affrontare il prossimo campionato di Serie B. Un graditissimo ritorno quello di Leonardo, scandito facilmente dall’entusiasmo del nuovo coach rosanero –“ Ho accettato la proposta di Massimo soprattutto per il tipo di rapporto che mi lega a lui – commenta Leonardo – qua alla Nico mi sono sempre sentito parte di una bella famiglia, non potevo assolutissimamente dire di no”. È proprio l’aspetto dell’essere “una famiglia” che caratterizza al meglio il mondo Nico. Ma non c’è solo questo dietro alla scelta di Leonardo Rastelli –“ Sono in una società che ha le idee ben chiare – prosegue il coach – hanno un progetto interessante e ambizioso; sicuramente sarà un anno impegnativo ma dove ci divertiremo tanto”. Proprio parlando del campionato e buttando l’occhio a quello concluso da poco più di 2 mesi, viene spontaneo farsi delle idee su quello che potrà accadere dal prossimo ottobre –“ Sarà un campionato molto equilibrato – dice Leonardo – a parte Jolly che dopo una finale persa per salire in A2 sarà ancora più agguerrita e decisa a vincere il campionato, il resto ci sarà da divertirsi: Siena ha trovato un grande equilibrio con la nuova guida tecnica, Pielle e Spezia sono due formazioni ben strutturate e Pontedera è una squadra molto giovane e che ha continuità di rendimento”. Quindi è chiaro che non ci sarà niente di facile –“ Non ci sono assolutamente squadre materasso – sottolinea Rastelli – dovremo infatti scendere in campo con un atteggiamento più propositivo rispetto agli ultimi anni, perché nessuno ci regalerà niente”.

Fare bene in un campionato che si prospetta molto equilibrato, richiede anche un lavoro di un certo tipo, dove il minimo particolare può fare la differenza –“ Essendo il nostro roster molto giovane, il lavoro che svolgeremo in palestra sarà vitale – ci spiega Leonardo – partendo dall’atteggiamento dobbiamo passare all’intensità, perché voglio che le mie giocatrici corrano parecchio, scendendo in campo con la voglia di giocarcela con tutte”. Possiamo dedurre che oltre all’aspetto tecnico e mentale, la fisicità avrà un’importanza cruciale –“ L’aspetto fisico è fondamentale se vogliamo correre e difendere forte – dice il coach rosanero – quindi ripeto che la qualità del lavoro settimanale dovrà essere elevata”.

Ma il suo impegno e la sua attenzione non si ferma solamente alla prima squadra. Leonardo seguirà, come assistente, il gruppo Under19, che sarà formato dalle atlete 2005/2006 –“ è un impegno grosso ma necessario per poter dare continuità al progetto – ci spiega Leonardo – il lavoro di staff è importante per creare una linea condivisa tra prima squadra e settore giovanile, quindi la scelta di invertire i ruoli con il mio assistente dalla prima squadra all’Under19 è la migliore per far crescere sia le ragazze sia lo staff”.

Ci sono delle motivazioni che ci portano a intraprendere determinate strade, ma anche delle pure casualità; non sono cose che riguardano solo chi vuole diventare una giocatrice, ma anche chi, con grande pazienza, ad ogni partita si mette in panchina a guidare la squadra –“ Ho scelto di fare l’allenatore per puro caso – dice Leonardo, quasi ridendo –“ quando giocavo a livello amatoriale a Massa e Cozzile, mi infortunai e da li mi chiesero una mano come allenatore; fin dal primo momento ho capito che mi piaceva tantissimo questo tipo di impegno”. Infatti in ogni allenatore c’è un fuoco dentro che gli permette di andare avanti con entusiasmo, aspetto che al nuovo tecnico rosanero non manca –“ Andai avanti perché mi piaceva trasmettere quello che avevo imparato da giocatore – ci racconta Leonardo – poi ho sempre dato tutto me stesso e mi ha mosso quella determinazione di vedere dove potevo arrivare , non potendo dedicarci tanto tempo come un professionista”. Ma a prescindere dal professionista o non, c’è sempre “bisogno” di una o più figure di riferimento per poter trasmettere il meglio alle proprie giocatrici –“ Come Allenatore il mio mentore è Roberto Rocca – prosegue Leonardo – mi ha fatto capire tantissime cose quando mi ha allenato; poi ho avuto la fortuna di fare l’assistente ad allenatori del calibro di Luca Andreoli e Lorenzo Serventi, che mi hanno arricchito con il passare degli anni”.

Non ci aspetta altro che attendere l’inizio degli allenamenti a fine agosto; l’entusiasmo da parte del nostro nuovo coach c’è e le premesse per divertirci tanto pure…basta poi venire ad ogni partita a sostenere le nostre ragazze… FORZA NICO!!!!

301 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page