Cerca
  • Nico Basket Femminile

Nico Basket – due chiacchiere con… Marta Tesi

Prosegue la preparazione della Nico Basket Femminile, in vista dell’esordio di Sabato 3

ottobre a Bolzano, e una delle più eccitate all’idea di ricominciare a fare sul serio è

sicuramente Marta Tesi, guardia del 2003 che, dall’anno passato, alterna l’impegno con le

under 18 con quello in prima squadra. Ciò comporta una giornata quasi totalmente

dedicata alla pallacanestro ma la giovane pistoiese non si tira certo indietro: “Le ore che

dedico al basket sono molte, io e le mie compagne trascorriamo tanto tempo in palestra e ci impegniamo a migliorare giorno dopo giorno. Siamo però felici di lavorare insieme. Fino alla scorsa settimana facevo due sedute al giorno, adesso invece, con l’inizio dell’anno scolastico, non posso partecipare all’allenamento mattutino, anche se mi piacerebbe.”

Marta si aspetta “un campionato tosto con tante squadre pronte a puntare a grossi

obiettivi. Noi siamo una di quelle. Essere in prima squadra è senza dubbio importante per il mio processo di crescita personale, sia dentro che fuori dal campo, e sono convinta che potremo fare grandi cose. Tutte le nuove ragazze sono delle ottime giocatrici e ammiro ognuna di loro. Per il momento mi ha colpito tanto Allegra Botteghi. È determinata, ha grinta e vuole sempre vincere, anche in allenamento. Ha un fisico importante e lo sa utilizzare bene, è brava nel gioco da sotto ma ha anche una buonissima mano da fuori; personalmente la reputo una giocatrice completa. Vedendola giocare e ascoltando i consigli che dà ad ognuna di noi, mi stimola a fare sempre meglio.

Nonostante la giovane età, Tesi ha le idee chiare sui propri obiettivi: “Il mio obiettivo

personale è riuscire a sentirmi migliorata ogni volta che esco dalla palestra. Punto a

dare il massimo in tutti gli allenamenti e credo che ci sia sempre qualcosa di nuovo

da imparare, sia dal coach sia dalle compagne. Per quanto riguarda l'atteggiamento

in campo perché penso di dover avere un po' più di grinta e di credere di più in me

stessa e nelle mie capacità.”

Tutto questo, naturalmente, insieme a Asia Modini: “Asia è la persona con la quale ho

legato di più da quando sono venuta a giocare in questa squadra. La considero la

mia migliore amica perché ci confrontiamo sempre su tutto e ci siamo sempre l'una

per l'altra, in campo ma soprattutto fuori.”



2 visualizzazioni