top of page
Cerca

Ci siamo. Mancano poco più di tre giorni e sarà ancora tempo di riallacciarsi le scarpe e scendere in campo. L’appuntamento non riguarda il campionato ma bensì una Final Four che consegnerà il primo titolo stagionale; chi riuscirà ad aver la meglio tra le quattro compagini, si aggiudicherà la Coppa Toscana 2024. Come società siamo orgogliosi di ospitare nella nostra casa – il PalaPertini di Ponte Buggianese – questa importante kermesse. Abbiamo avuto il piacere di scambiare le classiche “due parole” con i quattro allenatori protagonisti. Siamo “partiti” con un tecnico che la Serie B la conosce bene: un coach che è stato in grado di costruire un gruppo solido nel tempo, capace di alzare l’asticella ogni stagione. Stiamo parlando di Coach Luca Castiglione, guida tecnica della Pielle Livorno. Le labroniche stanno giocando un bel campionato, il tutto confermato dall’attuale terzo posto in graduatoria, nonostante alcune difficoltà che una stagione può presentare in alcuni momenti –“ Da un punto di vista dell’atteggiamento e della partecipazione, il gruppo è sanissimo e solidissimo – esordisce Coach Castiglione – purtroppo non riusciamo a giocare un 5 contro 5 in allenamento da più di un mese; Castiglione e Conti le riavremo probabilmente a inizio febbraio, invece Maffei è in forse; tutto questo ci ha portato ad allenarci a ranghi ridotti, in questo periodo abbiamo fatto un richiamo atletico importante in vista del campionato”. Infatti, l’appuntamento di queste Final Four, può consegnare ai vari tecnici degli spunti interessanti per affrontare al meglio la ripresa del campionato –“ Credo che saranno partite strane perché sarà come un ritorno a quello che abbiamo vissuto nel periodo di settembre – commenta il tecnico biancoblu – le squadre sono state 20 giorni ferme, con influenze e motivi di lavoro; a livello qualitativo sarà difficile trovare le squadre pronte come subito prima della sosta natalizia”. Ovviamente è normale buttare un occhio sulle tre avversarie delle labroniche; una la conosciamo molto bene: è la nostra Butera Clinic Nico Basket, che se la vedrà proprio con la Pielle nella seconda semifinale, in programma Sabato 6 Gennaio alle ore 20:30 –“ La Nico è il roster con più qualità dopo Jolly – commenta Coach Castiglione – con il passare delle giornate ha raggiunto un alto livello di qualità; la favorita non può essere che Jolly, dato la loro imbattibilità in campionato; con Firenze in campionato abbiamo perso, loro sono una squadra molto giovane in grado di mettere in difficoltà chiunque”. Per concludere il capitolo sulla Coppa Toscana, è importante fare una precisazione –“ è una manifestazione, che a inizio stagione, ti serve come amichevoli per trovare spunti sui quali lavorare – commenta Coach Castiglione – l’esito di queste Final Four non andrà a influenzare il campionato di nessuna delle quattro squadre”. Andando nel particolare del “Mondo Pielle” e guardando le loro partite, è facile notare, oltre all’organizzazione tattica, l’attenzione al gesto tecnico –“Sono riuscito a continuare a fare settore giovanile con maschile e il mio obiettivo è il miglioramento individuale all’interno del sistema di gioco di squadra – ci spiega il tecnico della Pielle - la squadra deve avere un idea e mandarla in campo sapendo quello che c’è da fare; è importante  avere la capacità individuale di realizzare un gesto tecnico efficace per  rispondere al meglio alle scelte avversarie; è fondamentale sacrificarci l’una con l’altra in difesa e in ogni partita c’è una protagonista diversa”. La Pielle, sia nel maschile che nel femminile, alzando l’asticella in maniera costante ogni stagione, riaccendendo l’entusiasmo di una piazza che vive con passione il mondo della pallacanestro, alimentando sempre di più la propria ambizione –“ Dove la Pielle può arrivare è difficile dirlo – dice Coach Castiglione – c’è da fare una distinzione tra maschile e femminile, ma la società ha avuto piacere di continuare questo percorso nel femminile; il salto di categoria non è previsto e preventivato perché la dimensione della serie B è quella corretta; nel maschile l’ambizione di tornare in Serie A c’è e se le cose vanno come si spera, la Pielle ce la farà; l’aspetto che fa piacere è che la società è orgogliosa sia del maschile che del femminile”.

Ringraziamo  Coach Luca Castiglione e la Pielle Livorno per averci dato la disponibilità di realizzare questa intervista in occasione delle Final Four di Coppa Toscana.

 

Vi diamo appuntamento a Sabato 6 Gennaio alle ore 20:30 al PalaPertini di Ponte Buggianese,(la prima semifinale tra Jolly Livorno e Pallacanestro Femminile Firenze sarà in programma alle ore 18) per goderci tutti insieme questa due giorni di pallacanestro!!!

117 visualizzazioni0 commenti


Siamo giunti alla fine di questo 2023. Un anno che termina con un ruolino niente male per le ragazze di coach Rastelli: 5 vittorie consecutive e Playoff più vicini. Tutto questo ha permesso di lavorare con grande serenità nell’ultimo periodo. La Butera Clinic Nico Basket si è presa – giustamente – quei pochi giorni per ricaricare le pile, per poi ripresentarsi belle cariche Mercoledì 27 Dicembre alla ripresa degli allenamenti. Sedute di lavoro fisico intense per Nerini & Co. per mettere più benzina possibile nel proprio serbatoio in vista del grande appuntamento del primo weekend del 2024: le Final Four di Coppa Toscana. Una kermesse importante perché in palio c’è il primo titolo stagionale: ma non finisce qua il ricco significato che avvolge questa due giorni di basket. Sarà proprio il PalaPertini di Ponte Buggianese a ospitare le tre partite che si svolgeranno Sabato  6 e Domenica 7 Gennaio. A scendere per prime in campo saranno le formazioni di Jolly Livorno, al momento la squadra che sta dominando il campionato, e la Pallacanestro Femminile Firenze, roster molto giovane quello gigliato, che si sta dimostrando, sotto la guida di un coach esperto come Corsini, compagine in grado di giocare una bella pallacanestro. La prima palla a due è prevista per Sabato 6 Gennaio alle ore 18:00. Alle ore 20:30 sarà la volta delle padroni di casa, ovvero le nostre ragazze, che affronteranno per la terza volta in stagione la Pielle Livorno. Le labroniche sono una squadra con giocatrici di indiscutibile valore che, se lasciate entrare in fiducia, diventano praticamente impossibile fermare; lo sa molto bene coach Rastelli, mettendo ben a fuoco la differenza che c’è stata tra le due partite giocate contro la squadra di coach Castiglione –“Arriviamo in buon momento e dopo la pausa stiamo iniziando a rimettere benzina nelle gambe per farci trovare pronte - commenta Coach Rastelli - troveremo una squadra forte come Pielle, che viaggia a un ritmo altissimo; noi siamo riuscite a farle inciampare nella partita casalinga grazie a una prestazione concreta e forte per 40 minuti; non dobbiamo dare niente per scontato perché sarà una sfida di altissimo livello; dall'altra parte c'è una Jolly Livorno che si sta rivelando una squadra schiacciasassi, che se la vedrà con Firenze, squadra che è riuscita a mettere in difficoltà le proprie avversarie; secondo me verranno fuori due bellissime semifinali con il risultato che non sarà per niente scontato; per noi questa Final Four ha molta importanza perché è la giusta occasione per valorizzare il lavoro fatto fino ad ora e per mettere un po' di ritmo partita per farci trovare pronte alla ripresa del campionato e per raggiungere il prima possibile la quota Playoff".

Appuntamento al prossimo weekend, per una due giorni ricca di pallacanestro…nel frattempo la Nico Basket vi augura un 2024 ricco di soddisfazioni, gioia e serenità…..FORZA NICO!!!!

105 visualizzazioni0 commenti

Il 2023 – con l’ultima settimana – si chiude con un bilancio di 2 vittorie e 2 sconfitte per il nostro settore giovanile. Purtroppo arriva il primo stop per le più piccole, che sul campo della Pallacanestro Piombino, cede 59-50, dopo una partita giocata a dei livelli che non appartengono alle ragazze di coach Giglio Tos. Le più grandi invece se la giocano alla pari contro una formazione di qualità come Empoli: peccato per i moltissimi tiri liberi sbagliati che potevano portare a un epilogo ben diverso. Le due vittorie – sia delle U19 che delle U17 -  sono arrivate dopo due partite non giocate in maniera brillante, rispettivamente contro Porcari e Lucca.

 

UNDER 17 VS SPRING LUCCA   (BUTERA CLINIC NICO BASKET – LE MURA SPRING LUCCA 54-52)

-        Il tabellone dice che le partite durano 40 minuti; probabilmente, in alcune occasioni, questo aspetto non è particolarmente chiaro alle piccole Under17. Nei primi tre periodi sempre a rincorrere una Lucca più brillante e presente al rimbalzo; una situazione che aveva portato le nostre ospiti a un meritato +16 (32-48) che faceva immaginare un epilogo ben diverso da quello che poi si è materializzato. Coach Giglio Tos, nella pausa tra terzo e quarto periodo, suona decisamente la carica: gli effetti non tardano ad arrivare, anche se in attacco si vedono ancora alcune piccole sbavature. Rastelli & Co. non ci stanno a soccombere sotto i colpi delle lucchesi e alzano decisamente il muro in difesa: più che un muro un autentica colata di cemento sopra il canestro. Grazie a una difesa con la D maiuscola, la fiducia sale in maniera esponenziale. Le rosanero ci credono fortemente in questa impresa. Lucca non riesce più a segnare (nell’ultimo periodo solamente 4 punti a referto e tutti da gioco fermo) e si smarrisce. Il pallone assume un peso decisamente importante, ma che non fa tremare la mano di Rebecca Tongiorgi, che con una bomba a meno di un minuto dalla fine, porta in vantaggio – per la prima volta – le sue compagne: unico, ma sufficiente per portare a casa due punti, che in chiave lotta per la seconda fase, vale tantissimo

 

UNDER 17 @ PIOMBINO ( PALLACANESTRO GOLFO – BUTERA CLINIC NICO BASKET 59-50)

-        Brutta partita per le giovani rosanero, che trovano la prima sconfitta del loro campionato, dopo la bellezza di nove vittorie consecutive. Le padroni di casa si presentano all’incontro con un recupero importante come quello di Quaratesi, prospetto interessante capace di fare grandi cose anche con le “grandi” della serie B. Dall’avvio si capisce già che tipo di partita poteva essere. La Butera Clinic Nico Basket non riesce a giocare con quell’agonismo che le ha permesso di ottenere quei risultati positivi valevoli per il primato in campionato. Le piombinesi giocano una grande partita, concedendo poco in fase difensiva, per non parlare anche della grande presenza al rimbalzo, che ha fruttato numerosi canestri. Solamente nella fase centrale del secondo periodo si intravede un barlume di speranza: le nostre ragazze mettono la giusta energia in difesa, riuscendo a trasformarla in svariati contropiedi. Tutto questo, purtroppo, è solamente un fuoco di paglia. Piombino, dopo un breve appannaggio, ritrova la quadratura giusta, riprendendo saldamente in mano le redini della partita. Il divario cresce costantemente con il passare dei minuti, mettendo anche a rischio la differenza canestri (all’andata è finita 64-51 in favore di Rastelli & Co.); per fortuna, nelle battute finali del match, le rosanero rinvigoriscono un po', riuscendo ad avvicinarsi nel punteggio tanto quel che basta per mettere al sicuro da brutte sorprese la differenza canestri.

 

UNDER 19 VS USE EMPOLI ( BUTERA CLINIC NICO BASKET – USE EMPOLI 57-59)

-        Peccato…Peccato veramente. Le “grandi” del nostro settore giovanile sfiorano l’impresa contro una squadra di indiscutibile valore. L’impegno si prospettava molto impegnativo già alla vigilia, ma le nostre ragazze sono state brave a farsi trovare pronte per giocare a viso aperto per tutti i 40 minuti. L’equilibrio regna sovrano per gran parte della partita; in più occasioni le nostre avversarie provano ad allungare nel punteggio, ma Magrini & Co. sono brave a rimanere saldamente attaccate alla contesa. La Butera Clinic Nico Basket gioca una buona pallacanestro, ma purtroppo, in fase conclusiva, commette troppi errori banali, che permette a Empoli di rimanere – anche se di poco – avanti nel punteggio. L’ultimo periodo è vietato ai deboli di cuore: sorpassi e controsorpassi rendono questa contesa sempre più avvincente. Nel finale ci sono numerosissimi viaggi in lunetta, che purtroppo per  un soffio, non consegnano una vittoria prestigiosa alle nostre ragazze.

 

 

UNDER 19 VS PORCARI ( BUTERA CLINIC NICO BASKET – BASKET FEMMINILE PORCARI 68-42)

-        Avvio decisamente sottotono delle nostre ragazze, forse troppo rilassate da una brutta e nociva sottovalutazione dell’incontro; infatti, dopo due minuti scarsi dall’inizio, coach Nicolosi è costretto a chiamare timeout per richiamare all’attenzione le proprie giocatrici. Gli effetti di questa “tirata d’orecchie” sono arrivati sicuramente, forse con un po' troppa calma. Solamente nel secondo periodo le nostre ragazze sono decise di giocare con ben altro piglio; l’attenzione difensiva sale decisamente, permettendo a Magrini & Co. di correre con frequenza in contropiede. Tutto il buono che le nostre ragazze sono abituate a farci vedere, si limita solamente al secondo periodo. Nella seconda parte di gara, le rosanero si limitano ad amministrare il vantaggio, calando nei ritmi, ma senza arrivare ai livelli di inizio partita.

 

COMMENTO DI COACH SIMONA GIGLIO TOS – UNDER 17

-“Le due ultime prestazioni non sono state all'altezza di quello che abbiamo dimostrato fino ad ora - commenta Coach Giglio Tos - siamo un po' calate di energia e di intensità, quindi tutto ci riesce più difficilmente; con Lucca siamo riuscite a scamparla perché siamo riuscite a ritrovare la giusta intensità negli ultimi due periodi, invece con Piombino non è successa la stessa cosa; un calo fisico e mentale può accadere a questo punto della stagione, infatti dobbiamo usare queste vacanze per recuperare e ricaricarci a dovere per affrontare al meglio la seconda parte di stagione, facendo tesoro degli errori che abbiamo commesso per migliorare costantemente quello che richiedo durante la settimana"

 

COMMENTO DI COACH ANDREA NICOLOSI – UNDER 19

-“ Con Use Empoli abbiamo giocato a tratti una buona pallacanestro, con la giusta energia e attenzione nelle letture delle varie situazioni – commenta Coach Nicolosi – abbiamo fatto sicuramente un passo in avanti sulla qualità della produzione di gioco, anche se in alcuni momenti tendiamo ancora a non organizzarci correttamente a seconda se partiamo da un rimbalzo o da una rimessa; quest’ultima cosa ci può stare e sono sicuro che continuando a lavorare, le ragazze miglioreranno su quest’aspetto che non è per niente semplice; dobbiamo però essere decisamente più brave in fase di concretizzazione, dove sono ancora troppi gli errori banali; con Porcari nel primo periodo abbiamo fatto fatica, forse per colpa di un rilassamento eccessivo; nel secondo quarto abbiamo giocato a ritmi decisamente più vicini alle nostre caratteristiche; dopo siamo calate ma abbiamo tenuto saldamente in mano la situazione; comunque dobbiamo fare i complimenti alle ragazze perché rispetto a un anno fa hanno registrato dei miglioramenti importanti, eguagliando già al 21 dicembre, lo stesso numero di vittorie dell’intera stagione 22/23; alle ragazze ho detto di essere orgogliose di quello che stanno facendo, ma con un pizzico di rabbia – positiva – perché se non peccavamo di presunzione in alcune situazioni, essendo più brave nelle piccolezze, potevamo essere in piena lotta per il secondo posto; questa voglia di migliorarci sempre di più ci dovrà contraddistinguere nella seconda parte di stagione, per ritagliarci soddisfazioni importanti”

61 visualizzazioni0 commenti
bottom of page